La diagnosi prenatale con la tecnica array-CGH

25 set , 2014 News dal Mondo,[:it]News da Microgenomics[:en]News from Microgenomics[:]

La diagnosi prenatale con la tecnica array-CGH

La diagnosi prenatale ha lo scopo di monitorare lo sviluppo del feto e di individuarne possibili patologie.

L’analisi array-CGH, conosciuta anche come cariotipo molecolare, si esegue su prelievo di villi coriali o di liquido amniotico, con una definizione 100-1000 volte superiore al cariotipo tradizionale e con risultati in soli 3-5 giorni.

L’analisi array-CGH consente di evidenziare anomalie cromosomiche causative di patologie costituzionali come sindromi malformative o disturbi neurologici. Le anomalie evidenziate possono essere delezioni, ovvero perdite di porzioni di genoma, o duplicazioni/amplificazioni, ovvero copie in eccesso di segmenti di DNA genomico.

Il cariotipo molecolare in diagnosi prenatale è particolarmente indicato nel caso di anomalie sospette evidenziate tramite ecografia o tramite cariotipo tradizionale, test di screening positivo e familiarità per malattie genetiche.


APPROFONDIMENTI

Per maggiori informazioni sulla diagnosi prenatale e sulla tecnica array-CGH vi invitiamo a visitare le sezioni dedicate.

BROCHURE

Inoltre vi mettiamo a disposizione le brochure interamente dedicate alla diagnosi prenatale, con informazioni specifiche sulle piattaforme microarray utilizzate per l’analisi del cariotipo molecolare e l’elenco delle patologie investigate  in epoca prenatale.

, , ,